Il montaggio

La preparazione del kitesurf deve essere sempre fatta con cura e attenzione.

Si gonfia con gli accorgimenti di sicurezza insegnati dall’istruttore molto gonfio, ma non abbastanza da scoppiare e poi si gira il kite con il naso in direzione della provenienza del vento e le corna del leading edge in direzione di dove va il vento. Una volta fermato (mai con una tavola ma solo con un sacchetto pieno di sabbia, perché non lo tiene fermo e se si gira lo strappa) svolgiamo le linee. Strecciati i fili se necessario, colleghiamo i cavi centrali al leading edge. Poi ripartiamo dalla barra e seguiamo le linee esterne, collegandole al kite facendole passare all’esterno delle linee centrali. E’ il metodo più semplice e vale sia se svolgiamo i cavi dalla parte del naso del kite, sia dalla parte delle corna. In questo caso l’unico accorgimento da utilizzare è di tenere la barra sottosopra. Tutti gli altri sistemi sono più complicati e confondono le persone rischiando di fargli commettere errori fatali.

Per approfondire visiona il DVD “Kitesurfing vol.1”